Inserto per camino a pellet: vantaggi e guida alla scelta

Inserto per camino a pellet: vantaggi e guida alla scelta

Se vi state chiedendo come rendere il vostro vecchio camino più efficiente, vi sorprenderà sapere che oggi, grazie ad un inserto per camino a pellet, è possibile utilizzarlo come vera e propria risorsa di calore per tutta la casa.

I camini a pellet sono considerati infatti la soluzione del momento che unisce l’esigenza di un tocco di design e l’attenzione verso l’ambiente grazie all’impiego di un materiale ecosostenibile come il pellet. Esso viene infatti ottenuto dalla lavorazione degli scarti del legno vergine, senza l’utilizzo di collanti o additivi. 

I camini a pellet si realizzano grazie ad un inserto a focolare chiuso che permette di godere della bellezza e del fascino della fiamma attraverso un vetro ma anche di mantenere per molto più tempo il calore nella sua camera di combustione, diffondendolo lentamente negli ambienti. Con questo sistema è possibile riscaldare la propria abitazione in modo efficiente, grazie al pellet che si consuma in modo graduale. Inoltre, installando un inserto per camino a pellet è possibile impostare l’intensità del calore che si desidera, con la possibilità di programmare sia l’accensione che lo spegnimento del dispositivo, anche quando non ci si trova in casa.

Perchè sceglierlo

Nel caso già possediate un camino tradizionale, quella di acquistare un inserto da inserire nella sua bocca per renderlo un camino a pellet ad alto rendimento è un’ottima idea. Il vecchio camino diventerà così un focolare chiuso da pareti in vetro e dotato di tutta la tecnologia avanzata di cui avete bisogno.

Data la varietà di proposte in commercio, per fare la scelta giusta è necessario considerare le dimensioni del camino e la quantità di calore prodotto (che viene espresso in kw/h). Quanto più alta è la resa, tanto più alto sarà il costo iniziale del prodotto che però viene compensato da una maggiore ampiezza del cassetto contenente il pellet o da dotazioni aggiuntive come ventole secondarie e controlli elettronici per l’accensione a distanzaIn commercio esistono anche caminetti dotati di serbatoio di acqua calda che potrà essere immessa nel sistema di riscaldamento domestico così da utilizzare il camino anche per la produzione di acqua calda sanitaria. Utilizzare un camino a pellet significa quindi sfruttare a pieno l’efficienza di un focolare, rendendolo una parte integrante dell’impianto di riscaldamento domestico.

Vantaggi del camino a pellet

Coloro che hanno già provato il camino a pellet e le sue caratteristiche sono rimasti piacevolmente sorpresi dalle sue potenzialità e funzionalità. A differenza del classico caminetto, il quale si limita a riscaldare esclusivamente la zona nelle sue vicinanze, il camino a pellet garantisce dei vantaggi innegabili. Innanzitutto un caminetto di questo tipo si accendo o spegne esattamente quando serve, attraverso la funzione di programmazione.

L’installazione è semplice e veloce. Basterà collegare l’inserto alla canna fumaria, senza bisogno di intervenire con modifiche strutturali o interventi in muratura. La facilità di montaggio e l’immediatezza della messa in funzione, rende la soluzione particolarmente gradita anche come nuova installazione. Praticità e il risparmio poi sono quelli tipici e ormai famosi del riscaldamento a pellet. Basti pensare che, rispetto ad un focolare di tipo tradizionale a legna, il risparmio può arrivare sino all’80%.

La manutenzione, la pulizia della bocca del camino risulterà anche molto più semplice. Le ceneri rilasciate dal pellet sono di gran lunga ridotte rispetto a quelle prodotte dal legno e vengono raccolte all’interno di un apposito cassetto, senza il rischio di disperdersi per casa.

Leave a Reply

Your email address will not be published.